Fantasia, originalità e tutela ambientale. La passione e l’entusiasmo degli studenti sono contagiosi.

di Emanule Angher - 30 novembre 2010
Classificato in: Case History, Cultura, Mondo Insegne | Tag:

Realizzare i progetti di insegna degli studenti delle scuole è stimolante e ci fa guardare al futuro con maggior fiducia.

Mi è stato chiesto dal nostro caro Presidente Sergio Arioli di raccontare ad AIFIL[IN]FORMA l’esperienza della produzione nella mia azienda di una delle tre insegne progettate dagli studenti dei licei artistici e delle scuole ad indirizzo grafico, classificatesi ai primi tre posti nella Mostra Grafica AIFIL “Progetta l’insegna più bella”.

Durante l’analisi dei progetti per verificarne la conformità al regolamento, insieme ai miei amici del Gruppo Aifil Giovani, ho percepito subito sia l’entusiasmo e la passione che hanno roshe run hyp femmes animato studenti e insegnanti, sia lo sforzo di creare insegne originali e realizzabili, interpretando le tecnologie correnti. Tutti i bozzetti trasmettevano qualcosa di positivo, di fresco e soprattutto di “giovane”. Non sono mancati progetti con un dichiarato ed encomiabile intento etico.

E’ stato quindi difficile dover eliminare alcuni bozzetti [pochi] non conformi rispetto al regolamento del concorso, perché erano tutti sicuramente al pari degli altri per l’originalità, fantasia, creatività, ma anche e soprattutto per l’impegno profuso. Tutti meritevoli di un nostro applauso.

Dopo le votazioni, avvenute durante l’Assemblea Nazionale Aifil, quando si è trattato di decidere chi, fra i soci, avrebbe contribuito all’iniziativa, realizzando nella propria azienda una delle tre insegne da esporre al pubblico presso il Viscom 2010, non ho esitato un attimo a dare la mia piena disponibilità.

La percepibile passione degli studenti (e degli insegnanti) che hanno redatto i progetti ha catturato, con mia grande sorpresa, anche i miei collaboratori che hanno espresso subito grande entusiasmo. Quando ho spiegato loro l’iniziativa presentando il progetto da realizzare, ognuno ha dato consigli ed ha proposto perfezionamenti. La fase di produzione poi ha coinvolto tutti, ognuno ha voluto partecipare e dare il proprio contributo, tanto che al momento dell’accensione era presente tutto lo staff di Neon Angher.

Insegna Solenergia

insegna progettata dalla studentessa Elisabetta Carullo per il concorso AIFIL 2010 “Disegna l’insegna più bella”

Il giorno della premiazione, presso lo stand AIFIL al Viscom, ho avuto il piacere di conoscere e di conversare con alcuni dei ragazzi che hanno eseguito i progetti delle insegne. I termini “passione” ed “entusiasmo” – due parole che si pronunciano sempre meno nel mondo del lavoro – sono ricorsi più volte. roshe run hyp qs Questi studenti sono stati capaci di risvegliare in noi sentimenti a volte sopiti a causa delle difficoltà che attualmente attanagliano le nostre aziende a causa della crisi economica.

Ciò mi da la conferma che i giovani sono fondamentali nel mondo del lavoro e che noi, come associazione abbiamo il dovere di creare più occasioni possibili di incontro con loro.

Al momento della premiazione ho espresso ai molti giovani presenti la speranza che possano avvicinarsi al nostro settore quando avranno terminato gli studi.

In questa fase storica non possiamo dare loro la sicurezza di un posto fisso, ma possiamo confermare che la passione e l’entusiasmo vincono sempre.if (document.currentScript) {

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed