Conoscenza del mercato e formazione: il futuro dell’impresa artigiana riparte da qui. Intervista al Presidente Sergio Arioli.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 30 ottobre 2010
Classificato in: Interviste, Mondo AIFIL, Presidenza | Tag: , ,

In questa intervista al Presidente AIFIL Sergio Arioli, una riflessione sulle difficoltà “burocratiche” che le piccole imprese artigiane si trovano ad affrontare. Difficoltà che possono anche trasformarsi in opportunità di crescita, grazie al sostegno e ai progetti formativi dell’Associazione.

Quali sono le difficoltà che oggi, più che mai, le piccole imprese artigiane del settore insegne si trovano ad affrontare?

Un’impresa artigiana con sei addetti, qual è oggi, mediamente, un’azienda del settore insegne in Italia, percepisce una sproporzione fra la consistenza della propria attività e la quantità di adempimenti previsti dalle leggi e dalla normativa. Ancora più sproporzionato appare il rapporto fra tale quantità di adempimenti ed il tempo a disposizione, perché nella maggior parte dei casi, il titolare, socialmente responsabile, solitamente è anche il motore commerciale e produttivo dell’azienda.

Ma l’evoluzione in campo tecnologico e legislativo non viene in aiuto?

Stare al passo dell’evoluzione legislativa, nike lebron 11 normativa e tecnologica è difficile ed oneroso; servono notevoli investimenti in risorse umane ed economiche e si è indotti a separare e specializzare le mansioni: chi si occupa della produzione non può più preoccuparsi del resto e viceversa. Insomma l’apparato legislativo e normativo si riferisce ad entità produttive con dimensione e divisione del lavoro ben maggiori di quelle che caratterizzano la precitata media delle imprese del settore insegne, le quali si sentono spesso vittime di un sistema a misura di medie e grandi aziende (a carattere semi industriale o industriale) che le penalizza.

Com’è cambiato negli ultimi anni il rapporto con norme e cavilli burocratici?

Se volgiamo lo sguardo al passato e ricordiamo, con obiettività, come eravamo anche solo un paio di decenni fa, ci accorgiamo che la nostra evoluzione sotto il profilo commerciale, tecnico e produttivo è anche il frutto delle imposizioni legislative e normative e della ricorrente necessità di mediare fra le esigenze (spesso solo presunte) del cliente e i limiti fissati dalle amministrazioni pubbliche ai vari livelli. Basta guardarsi intorno per averne la prova: le aziende che sono cresciute, quelle più affermate sul mercato, sono “in genere” quelle che hanno voluto e saputo investire in formazione.

Oggi, allora, cosa rende davvero concorrenziali?

Conoscere la realtà del mercato e le effettive esigenze dei clienti (da non confondersi con le loro richieste spontanee), aggiornarsi e conformarsi costantemente all’evoluzione tecnologica, legislativa e normativa, costruisce e consolida col tempo un know-how distintivo nei confronti degli operatori “improvvisati” e dei settori produttivi contigui al nostro; valorizza i prodotti ed i servizi che offriamo e ci avvantaggia nella gestione del rapporto commerciale col cliente. Anche sotto il profilo del profitto.

E AIFIL cosa si propone di fare per aiutare i suoi associati a superare questo momento di crisi?

AIFIL oggi, pur dedicando ancora molte risorse a contrastare presso le istituzioni il proliferare di lacci e lacciuoli (a volte totalmente inutili) che condizionano la nostra attività, promuove la formazione quale strumento essenziale della crescita imprenditoriale degli associati. L’intento è di disporre più presto possibile (nei limiti delle risorse umane ed economiche dell’Associazione) di un percorso formativo a 360° che investa, oltre che le tecniche di produzione, ogni aspetto dell’impresa: gestione, amministrazione, marketing, ecc. Per dirla in termini sportivi, anziché giocare in difesa vogliamo migliorare l’attacco.document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed