Comune di Bari. Forse ad una svolta, dopo anni di totale paralisi e di pseudo-trattative, la nuova regolamentazione sulla pubblicità.

di Francesco Laruffa - 17 marzo 2011
Classificato in: CID, Legislazione, Tavoli di lavoro | Tag: ,

Comune di Bari. Stralciata la parte tributaria (Imposta sulla pubblicità) in un regolamento autonomo, deliberato il 24 febbraio 2011, prosegue l’iter di approvazione del nuovo regolamento sulla pubblicità, frutto di un lungo tavolo di lavoro cui AIFIL ha dato un contributo determinante.

Nel corso del 2010 il Comune di Bari ha deciso, finalmente, di mettere mano alla complessa regolamentazione sulla pubblicità risalente al 1999 e successivamente riformulata nel 2005 ma di fatto mai entrata in vigore.

Il Piano generale degli Impianti Pubblicitari (PGI), infatti, approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 73 del 14 giugno 2005, ed il relativo Regolamento sarebbero dovuti entrare in vigore soltanto dopo l’esecuzione del censimento dell’impiantistica esistente e la conseguente rimozione degli impianti abusivi; censimento che ha avuto un iter piuttosto travagliato – con ricorsi al TAR ed esposti all’Antitrust – i cui risultati ancora oggi non sono ben noti.

Nelle more seguivano trattative fra gli operatori pubblicitari e l’Amministrazione che si concludevano con un protocollo di intesa de 27 aprile 2009 teso a stabilire criteri dettagliati in ordine alla disciplina “transitoria”, la cui procedura era già contenuta nel  PGI e nel Regolamento.

Come spesso accade in questi casi non affrontare in modo adeguato e con tempestività il problema, procrastinandone semplicemente la soluzione radicale, significa aggiungere incertezze alla situazione già di per sé complessa, creando indebite aspettative e alimentando contenziosi, cosa che è avvenuta, appunto, con il Comune di Bari.

Occorreva, insomma, mettere mano seriamente e in modo determinante al Regolamento, riscrivendolo totalmente in molte sue parti ormai superate anche dalla normativa nazionale sopravvenuta.

Dopo alcuni solleciti sia da parte di AIFIL che delle altre Associazioni di categoria è stato avviato a Gennaio del 2010 un tavolo di lavoro al quale le Associazioni di categoria hanno avuto modo di discutere, air jordan 9 norma per norma, una bozza di Regolamento completamente rivisitato rispetto alla versione del 2005, sia nella parte relativa ai procedimenti autorizzatori, sia nella parte sanzionatoria, sia nella disciplina norma transitoria.

Di particolare rilievo è stata la formulazione – ad onor del vero da parte del Comune – della D.I.A. per le insegne di esercizio e, in generale, di una complessiva semplificazione delle procedure autorizzatorie. Particolare attenzione è stata dedicata da AIFIL, nella persona della rappresentante provinciale, Dott.ssa Grazia Strisciulli, cui va un sentito ringraziamento, agli aspetti tecnico-costruttivi e tecnico-giuridici delle insegne di esercizio.

Allo stato siamo in attesa che l’Amministrazione convochi una conferenza cittadina per illustrare il nuovo Regolamento ormai in fase finale di approvazione.

A quanto pare l’amministrazione, questa volta, sembra determinata ad andare sino in fondo in quanto la Giunta Comunale ha deliberato recentemente la rimozione degli impianti abusivi presenti sul territorio.

Allegati

Delibera Comune Bari rimozione impianti pubblicitari abusivi

Presentazione Regolamento 110318143000-001

COMUNE BARI SEDUTA CONSIGLIO 24.02.2011