L’ente ha il diritto di esigere il pagamento di canoni relativi ad anni precedenti?

di Francesco Laruffa - 05 settembre 2012
Classificato in: Legislazione, Quesiti, Quesiti frequenti | Tag: , ,

Sia l’imposta comunale sulla pubblicità che i canoni sono soggetti alla prescrizione quinquennale (cinque anni). In linea teorica, dunque, all’ente o alla concessionaria è consentito recuperare le annualità pregresse.

Quesito di Silvia Piastrelli di Publiart – 05 settembre 2012 ore 11:09

Alcuni enti che non hanno mai richiesto pagamenti di tributi, ci hanno chiesto di pagare, oltre che il corrispettivo dell’anno in corso, anche quello dei precedenti 5 anni (fino al 2007 compreso).
Ne hanno diritto?

Risposta di Francesco Laruffa – 5 settembre 2012 ore 13.17

Sia l’imposta comunale sulla pubblicità che i canoni sono soggetti alla prescrizione quinquennale (cinque anni). In linea teorica, dunque, all’ente o alla concessionaria è consentito recuperare le annualità pregresse.

Tuttavia, molto dipende dalla situazione concreta. Occorre sapere, ad esempio, se la richiesta nasce da una diversa interpretazione della norma oppure da una nuova norma, oppure se gli impianti, autorizzati e installati, non siano mai stati dichiarati ai fini fiscali.

Nella prima ipotesi si può tentare di sostenere che l’interpretazione data dall’ente non possa retroagire, nel secondo caso la richiesta retroattiva appare legittima.document.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed