La decorazione di una vetrina può essere assoggettata ad imposta comunale sulla pubblicità?

di Francesco Laruffa - 27 giugno 2012
Classificato in: Legislazione, Quesiti, Quesiti frequenti | Tag: ,

Per rispondere a questa domanda è necessario valutare ogni singolo caso in relazione all’art. 5 del D. Lgs. n. 507/93 il quale, sul presupposto dell’imposta, così recita:  “La diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile è soggetta all’imposta sulla pubblicità prevista nel presente decreto”.

Insegne Tropiano – Mercoledì 27 giugno 2012 11.36

Si deve pagare la tassa pubblicitaria per la decorazione delle vetrine di cui alleghiamo il progetto?

Francesco Laruffa – Mercoledì 27 giugno 2012 19.57

La questione se una semplice decorazione di una vetrina debba essere assoggettata ad imposta comunale sulla pubblicità va esaminata caso per caso e deve trovare risposta, rispetto alla fattispecie concreta, nell’interpretazione dell’art. 5 del D. Lgs. n. 507/93 il quale, sul presupposto dell’imposta, così recita:  “La diffusione di messaggi pubblicitari effettuata attraverso forme di comunicazione visive o acustiche, diverse da quelle assoggettate al diritto sulle pubbliche affissioni, in luoghi pubblici o aperti al pubblico o che sia da tali luoghi percepibile è soggetta all’imposta sulla pubblicità prevista nel presente decreto”.

Sulla base di questa norma la risposta dovrebbe (il condizionale è d’obbligo)  essere negativa in quanto la decorazione della vetrina nel caso di specie non contiene in senso letterale un messaggio pubblicitario ma costituisce un semplice abbellimento estetico della sede di esercizio dell’attività, oltre che avere la finalità di oscuramento e di protezione alla vista dei passanti rispetto a ciò che avviene all’interno dei locali.

Tuttavia, nella seconda parte dell’art. 5 il legislatore ha ampliato il concetto di messaggio pubblicitario estendendolo anche a quei messaggi “finalizzati a migliorare l’immagine del soggetto pubblicizzato“. L’abbellimento di una vetrina è finalizzata a migliorare l’immagine del soggetto reclamizzato? È difficile poter dare una risposta univoca, dal mio punto di vista il concetto è talmente ampio che potrebbero essere ricomprese ipotesi che nulla hanno a che vedere con la pubblicità in senso stretto, come nel caso di specie.

Sulla base della mia esperienza professionale posso affermare i Comuni che riscuotono l’imposta o i concessionari di riscossione hanno gioco facile nel sostenere, come di fatto avviene, che quelle immagini sotto forma di vetrofanie debbano essere sottoposte ad imposizione fiscale. Si può tuttavia sostenere anche la tesi opposta che comporta però un o scontro giudiziario con il Comune o la concessionaria avanti la Commissione Tributaria competente territorialmente mediante l’impugnazione dell’avviso di accertamento.} else {

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed