Offerte commerciali indesiderate.

di Elena Zanconti - 01 settembre 2011
Classificato in: Legislazione, Nazionale, Note | Tag: ,

Con Provvedimento generale del 15 giugno 2011 (pubblicato sulla G.U. del 4 luglio 2011, n. 153) il Garante per la protezione dei dati personali ha adottato nuove regole per assicurare una maggior tutela ai cittadini dai contatti commerciali indesiderati, anche in caso di outsourcing, e per consentire di identificare con certezza gli autori di eventuali illeciti.

Il Garante ha stabilito, infatti, che le società che commissionano all’esterno la promozione o la commercializzazione delle proprie attività, mantenendone peraltro di fatto il controllo operativo (è infatti frequente che esse definiscano direttamente gli obiettivi e le strategie commerciali e forniscano istruzioni operative  e modulistica) rispondono sempre in prima persona dei trattamenti dei dati e degli eventuali illeciti commessi dalle aziende affidatarie. In questi casi, infatti, i soggetti che operano in outsourcing non possono in alcun modo essere considerati autonomi “titolari” del trattamento.

Le società committenti inoltre, in questi casi, hanno l’obbligo di nominare espressamente e formalmente quali “responsabili” del trattamento dei dati le imprese fornitrici del servizio.

Le società hanno 60 giorni di tempo  per adempiere dalla pubblicazione del Provvedimento sulla Gazzetta Ufficiale.. il termine sta per scadere: affrettatevi!

***

Ricordo che la Rubrica ha carattere esclusivamente orientativo ed esprime considerazioni giuridico-legali di natura generale. Pertanto, i Post e le eventuali risposte fornite ai quesiti non debbono essere intese, in nessun caso, come pareri e/o consulenze tecnico-legali e non possono sostituire le prestazioni professionali erogate da un avvocato di fiducia.}

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed