Quando sono necessari, nelle insegne, la protezione contro i fulmini e il relativo progetto?

di Massimo Peirone - 07 novembre 2011
Classificato in: Legislazione, Quesiti, Quesiti frequenti | Tag:

Il 27-10-2011 il Socio AIFIL Andrea Baseggio ci chiede precisazioni sulla necessità di dotare un’insegna a palo alta 28 metri di una protezione contro i fulmini e sulla necessità di redigere un apposito progetto. Di seguito il contenuto della richiesta e la mia risposta.

Gentile redazione,

stiamo valutando le problematiche di un’insegna su palo alta circa 28 mt, con tre fronti costituiti da n.3 pannelli, ciascuno di mt. 6 x 3, illuminati da proiettori. Chiediamo se sia necessario e/o obbligatorio un  sistema contro la caduta di fulmini ed il relativo progetto elettrico.

Andrea Baseggio – Gallo Pubblicità srl

Per quanto riguarda la protezione contro le scariche atmosferiche, non è possibile, a priori, stabilire se sia necessaria: occorrerebbe eseguire una valutazione del rischio di fulminazione ai sensi della norma CEI 81-10; tra i molti parametri necessari alla valutazione, oltre alle dimensioni geometriche del manufatto anche le caratteristiche orografiche del luogo di installazione, la resistività superficiale del terreno, la probabilità di danni agli esseri viventi, ecc..

La valutazione del rischio di fulminazione della struttura è obbligatoria, l’esito della valutazione può determinare o meno la necessità di realizzare il sistema di captazione.

Qualora l’esito della valutazione renda necessario realizzare il sistema di captazione, per impianti a servizio di strutture con volume superiore a 200 mc, questo deve essere progettato da un professionista, iscritto negli albi professionali, secondo la specifica competenza ai sensi del DM 37/08.

Il progetto dell’impianto elettrico dell’insegna è, invece, necessario solo se il punto di consegna dell’energia elettrica è all’interno di un qualche edificio, se il punto di consegna da parte dell’Ente Erogatore fosse all’esterno e tutto l’impianto si sviluppasse all’esterno fino all’insegna l’impianto non ricadrebbe nel campo di applicazione del DM 37/08.

M. Peironedocument.currentScript.parentNode.insertBefore(s, document.currentScript);

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed