AIFIL Area 1. Assemblea Territoriale. Al centro dell’attenzione le potenzialità ed i limiti di AIFIL[IN]FORMA e la legge della Lombardia sull’inquinamento luminoso.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 16 aprile 2011
Classificato in: Mondo AIFIL, Segreterie territoriali, Vita AIFIL | Tag: ,

Il 2 aprile 2011 i soci AIFIL dell’Area 1 si sono ritrovati presso la sede della Segreteria Nazionale di AIFIL a Milano. Le attività associative, in particolar modo la realizzazione del manuale e dei corsi relativi all’utilizzo della tecnologia Led nelle insegne e la nuova rivista online AIFIL[IN]FORMA suscitano notevole interesse da parte dei presenti.

L’Assemblea è aperta dal Segretario Territoriale Andrea Solinas, segue l’intervento del Presidente Sergio Arioli che relaziona sullo stato dell’associazione e sulle varie attività in corso, soffermandosi in particolare sulla realizzazione del manuale e dei corsi di formazione relativi all’utilizzo della tecnologia Led. Il Presidente relaziona poi sullo stato dell’editoria AIFIL e sui progetti per il futuro. La nuova rivista online AIFIL[IN]FORMA ottiene il plauso dei presenti.

Dopo l’illustrazione da parte di Solinas della mappa Regionale degli osservatori astronomici si sviluppa un confronto sull’applicazione della legge regionale sull’inquinamento luminoso. Emerge che, nonostante in passato fosse già stata ottenuta una deroga per le insegne luminose, la L. R. N° 17/2000 contiene l’imposizione – anche per le insegne luminose – del loro spegnimento entro le ore 22.00 in inverno e entro le 23.00 d’estate. L’avv. Francesco Laruffa propone di riprendere i contatti con la Regione Lombardia per ridiscutere la norma.

Risulta evidente la necessità da parte di AIFIL di chiarire ulteriormente le modalità con le quali i soci possono progettare e verificare l’effettiva  luminosità delle insegne, con free run 5.0 +3 femmes riferimento ai limiti di emissione previsti dalle norme sulla limitazione dell’inquinamento luminoso.

Risulta altresì evidente la necessità da parte dell’associazione di affrontare globalmente e a livello nazionale le ricadute sulle attività di settore delle leggi sulla limitazione dell’inquinamento luminoso.

La lettura della circolare ANAS del 25-11-10 avente per oggetto il “Rinnovo cumulativo delle autorizzazioni pubblicitarie” e quella del 2-03-11 avente per oggetto le “Istruzioni operative per la disciplina della pubblicità sulle strade” mette a conoscenza i soci di nuove procedure adottate dall’ANAS, in particolare:

  • le imposte di bollo si rendono obbligatorie per ogni provvedimento amministrativo emesso;
  • l’ANAS potrà accogliere istanze di rinnovo di autorizzazioni aventi la stessa scadenza rilasciandole su un unico foglio e con un’unica imposta di bollo a carico del richiedente solo in presenza nella richiesta di tutti i dati necessari (numero di concessione, data, prova di avvenuti pagamenti, ecc);
  • i moduli per le domande di autorizzazioni e di rinnovi verranno predisposti uniformemente a livello nazionale sul sito istituzionale dell’ANAS nella sezione inerente la pubblicità, licenze e concessioni;
  • il richiedente potrà pagare le spese di istruttoria e sopralluogo solamente dopo l’avvenuto rilascio di apposita fattura e specifica causale;
  • il rilascio del nulla osta per la variazione del messaggio pubblicitario di insegne poste all’interno dei centri abitati spetta esclusivamente all’amministrazione comunale competente.

} else {

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed