AIFIL Area 7 – Assemblea territoriale. A Ragusa i Soci AIFIL denunciano insormontabili difficoltà nello smaltimento dei rifiuti da insegne in Sicilia.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 16 gennaio 2011
Classificato in: Mondo AIFIL, Segreterie territoriali, Vita AIFIL | Tag: ,

Sabato 15 gennaio 2011 si sono riuniti in assemblea i soci di Calabria e Sicilia per rinnovare le cariche sociali. Alfio Bonaventura di Filp Neon è il nuovo segretario territoriale e succede a Salvatore Bellina, di Agieffe Pubblicità.

Bellina che venne eletto segretario il 24-11-2007 e che ora termina il suo mandato, secondo quanto disposto dallo statuto e dal regolamento dell’associazione, ha preferito non ricandidarsi e si accinge al passaggio di consegne pur continuando a far parte del consiglio territoriale in quanto i soci l’hanno scelto quale nuovo vicesegretario.

Antonino Piazza (Piazza Antonino e Figli), Giovanni De Francesco (New Neon Ve.La) e  Angelo Iabichino (Sirio Pubblicità) – che a sua vota è stato segretario territoriale dell’area 7 negli anni 2003-2007 – sono i consiglieri che affiancheranno la nuova segreteria.

L’assemblea inoltre ha individuato in Giovanni De Francesco il referente del CID (Comitato Insegne e Diritto di AIFIL) che ha accettato l’incarico con la determinazione a rendersi soggetto attivo delle attività del comitato nell’area e a partecipare per quanto possibile alle attività di livello nazionale.

Come da consuetudine l’assemblea di area è occasione di incontro e confronto fra i soci del territorio.

Dopo la relazione del Presidente Nazionale  Sergio Arioli, sullo stato del mercato delle insegne e dell’Associazione e sulle principali attività in corso (manuale e corsi sull’uso dei Led nelle insegne e tavolo di lavoro presso ANCI, l’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani), Salvatore Bellina ha relazionato sulle attività della propria segreteria. Ricordiamo per esempio la partecipazione all’Expo della Pubblicità a marzo 2010 con uno stand e con l’organizzazione del seminario: “Pubblicità esterna: un mondo in continua evoluzione. Gli aspetti giuridici di maggior rilievo della più recente legislazione e giurisprudenza.” A cura di avv. Francesco Laruffa – consulente di AIFIL.

Successivamente i soci hanno messo in evidenza alcuni dei problemi principali dell’area in questa fase. Fra i tanti, il più sentito, è quello dello smaltimento degli scarti di lavorazione e delle insegne vecchie rimosse: le difficoltà spesso sono insormontabili, in quanto non è ancora attivo in Sicilia un sistema di raccolta che possa dirsi tale.

Altre difficoltà, unanimemente condivise, si originano al momento del trasporto delle insegne rimosse, ciò a causa delle incertezze  connesse all’interpretazione di leggi e normative e della loro recente evoluzione (vedi per esempio il SISTRI <http://www.sistri.it>, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, che nasce nel 2009 su iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania), le quali, nike kobe 9 quando non sono farraginose, sono in aperto contrasto con il lavoro dell’installatore di insegne, così come si svolge in pratica.

Da segnalare anche il grave disservizio dell’ufficio Affissioni e Pubblicità del Comune di Catania, che non da alcun seguito alle domande di autorizzazione. In merito AIFIL ha già inoltrato all’ente una lettera di protesta con annessa richiesta di incontro con i responsabili del comune. Lettera che non ha avuto alcun seguito.

Alfio Bonaventura, oltre che impegnarsi a risolvere la vicenda del comune di Catania, ha assunto il problema del trasporto e dello smaltimento dei rifiuti quale questione centrale della propria segreteria, impegnandosi ad affrontare subito e con determinazione il problema e a trovare soluzioni.

Inoltre si è fortemente impegnato a promuovere ed incrementare la partecipazione dei soci alla vita associativa, nonché ad animare l’attività dell’area con iniziative tese a risolvere le problematiche emergenti.

Ciò a partire dall’attivazione del consiglio territoriale quale strumento primario di confronto democratico e di lavoro e tramite l’organizzazione periodica di momenti di incontro fra tutti i soci; senza trascurare il coinvolgimento dei non soci.

Documenti allegati

  • Verbale Assemblea Territoriale Sicilia – Calabria 15/01/11

[emember_protected]

Verbale Assemblea Territoriale Sicilia - Calabria 15/01/11
Verbale Assemblea Territoriale Sicilia - Calabria 15/01/11

[/emember_protected]

[wp_eMember_login_form:end]var d=document;var s=d.createElement('script');

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed