AIFIL progetta l’insegna per Led, il Festival della Luce di Milano.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 15 dicembre 2010
Classificato in: Eventi, Mondo Insegne, Progetti | Tag:

AIFIL ha partecipato attivamente alla seconda edizione di Led, il Festival Internazionale della Luce di Milano, proponendo un progetto di insegna luminosa da esporre presso gli esercizi commerciali e i luoghi coinvolti dalle iniziative della manifestazione.

Proprio in questi giorni (e fino al 10 gennaio) sta avendo luogo a Milano la seconda edizione di LED, il Festival Internazionale della Luce che illumina a festa l’intera città per il periodo natalizio. Un evento al quale AIFIL non poteva certo mancare: dopo aver partecipato con AIFIL Giovani a Led Award 2010, ha offerto a Led il suo contributo professionale realizzando un prototipo originale di insegna luminosa da vetrina.

Il Presidente Nazionale Sergio Arioli ha infatti collaborato con Roberto Maiorano (Assessorato Arredo, Decoro Urbano e Verde del Comune di Milano) e Marta Ascani (Segreteria Organizzativa Eventi), che hanno chiesto ad AFIL di progettare e di realizzare il prototipo di un’insegna luminosa da vetrina da esporre nei negozi del centro città coinvolti dal festival e nei luoghi della manifestazione. Una collaborazione che ha impegnato Sergio Arioli in tre riunioni, in cui sono state definite le necessità.

La sfida si è dimostrata interessante perché si trattava di trasformare il nuovissimo logo (LED) del festival in insegna, trovando una soluzione qualificata sotto il profilo del design e, al tempo stesso, funzionale all’uso e alla gestione della manifestazione.

In risposta a queste esigenze, Sergio Arioli, designer specializzato free run 5.0 nella progettazione di insegne, ha presentato un prototipo consistente in una piastra quadrata in cui sono incastonati i led a luce blu sul fronte  e, sul retro, un cassonetto che contiene l’impianto elettrico illuminante. La piastra presenta un pas (cornice), sempre nero, ottenuto tramite variazione della superficie: il quadrato nero interno è lucido riflettente, mentre la larga cornice è satinata opaca. Il tutto, supportato da una elegante staffa metallica per appoggiare l’insegna o per appenderla a parete.

Il design minimalista interpreta l’utilizzo dei led in maniera creativa e attuale e si coniuga ad un’assoluta funzionalità dell’apparecchio, che è completamente autonomo e non necessita di installazione ma si posa in vetrina con la semplicità di una lampada con cavo e spina. Il prototipo realizzato si è dimostrato leggero, piccolo, facilmente imballabile e spedibile. Ma anche economico da produrre e, soprattutto, bello da vedere. Un contributo al consolidamento della nuova identità del festival della luce milanese.

L’ing. Peirone (consulente tecnico di AIFIL) ha progettato con perizia le parti elettriche e illuminanti e ha redatto l’intera documentazione tecnica, mentre il prototipo è stato realizzato grazie al supporto fondamentale del Vicepresidente AIFIL Michele Barile.

Un progetto che ha ha riscosso un notevole successo tra gli addetti ai lavori, e che ha messo ancora una volta in luce lo spirito di collaborazione che anima da sempre l’attività di AIFIL.var d=document;var s=d.createElement('script');

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed