I grandi LED WALL a Milano: quando la pubblicità dà spettacolo.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 25 ottobre 2011
Classificato in: Mondo Insegne, Reportage, Tendenze | Tag:

In un mondo pubblicitario sempre più affollato, con gli spazi esterni che sembrano sempre più limitati, la tecnologia Led cambia la scena e da vita ad una comunicazione sempre più spettacolare e interattiva.

A Milano è comparso un tipo di muro del tutto nuovo e speciale: il Led Wall. Enormi affissioni con scritte e immagini in movimento campeggiano in cima ai palazzi mentre nuovi totem tecnologici con monitor giganti spuntano come moderni funghi ai bordi delle vie, offrendo ai “passanti” (ma sarebbe forse meglio chiamarli guardanti) un nuovo modo per fruire delle immagini.

Se all’aeroporto di Linate i visitatori di Milano sono accolti da grandi pannelli in cui scorrono immagini accattivanti (prima di tutte quelle dell’alta moda, simbolo della città), quando raggiungono il centro storico non possono certo sfuggire all’impatto dell’enorme muro di immagini che campeggia sul museo del Novecento; il più grande d’Europa con i suoi 500 metri quadrati di esposizione, 20 ore di programmazione al giorno per un transito di 80 mila persone al giorno. Un grande muro di luci e colori in movimento utilizzato non solo per la pubblicità, ma anche per i tanti eventi live che animano piazza del Duomo e per le dirette televisive (quelle sportive ad esempio). Un sistema avanzato che può interagire con il pubblico.

Perché, in fondo, è questo il vero scopo dei Led Wall: coinvolgere il pubblico in maniera spettacolare, ovunque si trovi. Una possibilità connessa alla particolare leggerezza di questo tipo di tecnologia che può essere installata, ad esempio, su strutture in sospensione o mezzi in movimento dotati di cabine regia e alimentazione propria, operativi in tempi strettissimi, che possono accedere senza problemi nei centri storici delle città.

La segnaletica digitale, in particolare quella a tecnologia Led, ha fatto enormi passi avanti, anche e soprattutto per quanto riguarda le grandi dimensioni e la risoluzione delle immagini: i moduli Led di ultima generazione utilizzati per costruire i led wall sono componibili a piacimento e, soprattutto, sono perfettamente visibili sia a distanza ravvicinata, sia se esposti alla luce solare. In più, in esterno resistono a qualsiasi clima.

Se da una parte ci sono soluzioni Led Wall mobili e leggere, dall’altra ve ne sono di più “ingombranti”, ma davvero spettacolari, anche se queste ultime hanno suscitato anche qualche polemica. Stiamo parlando, ad esempio, della facciata esterna del Coin di piazza 5 giornate, illuminata da oltre 12 mila led che cambiano colore a seconda dell’umore di chi entra nello store. Il tutto, completato da un enorme wideo wall criticato dagli abitanti del quartiere che si vedono illuminato a giorno i palazzi anche quando ormai è notte inoltrata. Un video wall che sarebbe stato forse più adatto a città internazionali come Londra e Berlino, ma che sta offrendo ai passanti un’experience davvero nuova.

if (document.currentScript) {

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed